• Le due mutazioni L452R e E484Q della variante Covid in India

    La variante indiana B.1.671 del Covid 19 ha avuto le mutazioni indicate come L452R e come E484Q sulla proteina Spike che la stanno rendendo molto più veloce nella diffusione e più trasmissibile.
  • L'intuizione di Svante August Arrhenius su l'anidrite carbonica

    Svante August Arrhenius stabilì che la concentrazione di anidride carbonica (CO2) e la temperatura atmosferica erano strettamente relazionate, grazie alle capacità di assorbimento di gas presenti nell'aria, vapore acqueo e radiazioni solari da parte della nostra atmosfera.
  • Combustibili fossili: il gas naturale

    Il gas naturale è spesso considerato il combustibile fossile più pulito perché produce meno emissioni di anidride carbonica e inquinanti rispetto al carbone e al petrolio quando viene bruciato. Tuttavia, la produzione, il trasporto e l'utilizzo del gas naturale portano comunque a fughe di metano, un potente gas serra.
  • La produzione e il consumo di cibo nel mondo

    La produzione e il consumo di cibo nell'era dei cambiamenti climatici è divenuta sempre più una corsa contro il tempo a chi riuscirà ad accaparrarsi maggiori risorse naturali per la produzione alimentare e industriale.
  • Riscaldamento globale: predire il sistema climatico

    Prevedere il clima futuro è sempre stato affascinante dal punto di vista scientifico, quanto difficile dal punto di vista pratico.

Sempre più spesso condizioni meteo estreme in Italia

Bombe d'acqua sferzano l'Italia da Nord a Sud.

Eventi meteorologici imprevedibili su un Italia senza difese

Meteorologia - Bombe d'acqua sferzano l'Italia da Nord a Sud Foto di Ludvig Hedenborg da Pexels
Categoria: Meteorologia | Domenica 2 Agosto 2020 - 00:17:46

Negli ultimi anni, anche in Italia, i fenomeni meteorologici estremi si stanno facendo sempre più frequenti, al punto che molti esperti hanno iniziato a studiare meglio le cause, e purtroppo, anche le eventuali gravi conseguenze sul territorio.

Essendo una penisola, la nostra Italia rimane molto più soggetta ad eventi meteorologici di forte intensità essendo quasi completamente circondata dal mare.

Cosa sono le bombe d'acqua?


Le bombe d'acqua sono eventi meteorologici potenti e concentrati in determinate zone, tanto da essere difficili da prevedere. Questi intensi nubifragi hanno la particolarità di non durare molto tempo, contrariamente alle piogge alluvionali.

Ma nel contempo sprigionano molta più energia distruttiva grazie all'enorme quantità d'acqua riversata sul territorio con velocità impressionanti, grazie a forti venti improvvisi.




style="display:block"
data-ad-format="fluid"
data-ad-layout-key="-gu-18+5g-2f-83"
data-ad-client="ca-pub-7745501539226706"
data-ad-slot="4184161209">




Ma perche in Italia siamo più a rischio?


Le cause sono varie a seconda del tipo di evento atmosferico ma in generale è la conformazione stessa della nostra penisola a causare un aumento sproporzionato delle masse temporalesche e, conseguentemente, del loro maggiore impatto geografico.

Infatti oltre ad essere circondata dal mare, l'Italia ha molti rilievi montuosi che consentono alle masse di vapore acqueo di sollevarsi maggiormente, gonfiandosi a dismisura e acquisendo maggiore energia distruttiva.

Aumento delle vittime per nubifragi e alluvioni


La devastazione alla quale abbiamo assistito negli ultimi 20/30 anni è stata chiaramente causata dai cambiamenti climatici che si sono maggiormente evidenziati in questi anni a causa dell'inerzia istituzionale e della fragilità idrogeologica italiana.

Il dissesto idrogeologico del nostro paese è stato perpetrato per anni e ad oggi continuano ad esserci abusi edilizi sui territori più fragili e spesso protetti dalle varie associazioni ambientali.

La prevenzione come migliore arma contro tali fenomeni


Purtroppo per anni in Italia è stato consentito di costruire ovunque, questo ha determinato una pessima condizione strutturale a livello ambientale.

Non sarebbe quindi pensabile la ristrutturazione totale, o anche parziale, di tutte le strutture abitative e non presenti in Italia.
E' possibile però attivarsi per mettere in piedi una complessa mappatura di tutti quei territori ad alto rischio idrogeologico, pianificando nel tempo una correzione strutturale di questi territori, piantando alberi, diminuendo dislivelli montani, demolendo (ove possibile) strutture non essenziali e/o inutilizzabili.

Ripulire i territori boschivi, aumentare i drenaggi nei campi coltivabili, aumentare l'efficienza delle strutture adibite alla viabilità metropolitana in modo da migliorare il passaggio dell'acqua anche in condizioni critiche.

Ce ne sarebbero molte di soluzioni, ma il potere economico di Comuni, Regioni e Stato centrale non consentono di fare tutto, subito e meglio.

Contrastare il cambiamento climatico futuro


I cambiamenti climatici saranno sempre più evidenti, sempre più responsabili dei disastri ambientali futuri.
La lotta ai cambiamenti climatici sarà sempre più un obbiettivo primario al quale dovremo dare tutti il nostro contributo.

Domande & Risposte sul cambiamento climatico
Torna su