• Le risorse idriche scarseggeranno a causa del Global Warming

    Oltre al consumo di risorse agricole, l'allevamento necessita anche di risorse idriche, indispensabili per abbeverare il bestiame. Ci sono animali come i bovini che hanno la necessità di consumare una media di 80 Lt. al giorno di acqua, i maiali intorno ai 20 Lt. seguiti poi dagli ovini con circa 10 Lt.
  • Definizione di gas serra

    Si definiscono gas serra tutti i gas che si trovano in atmosfera e che riescono a bloccare, una buona parte dell'infrarosso appartenente alla radiazione solare in entrata verso la Terra che da come ne da come risposta un emissione sia dalla superficie terrestre che dall'atmosfera stessa e dalle nuvole.
  • Allevamento e spillover virali

    Spesso troviamo anche allevamenti che sono collocati in aree non protette e questo fenomeno sottopone le specie allevate a contatto con altre specie selvatiche, favorendo gli "spillover" dei virus.
  • A che altezza è lo zero termico?

    Generalmente l'altezza dello zero termico è intorno ai 3.900 mt s.l.m che aumenta durante l'arco della giornata per effetto dell'aumentare delle temperature diurne.

L'agricoltura influisce sul cambiamento climatico? (Agricoltura)

L'agricoltura influisce sul cambiamento climatico?

Frequently Asked Questions - Agricoltura

Categoria: Agricoltura | Mercoledi 5 Gennaio 2022 - 13:49:58

L'agricoltura contribuisce al cambiamento climatico in maniera non indifferente e purtroppo ne subisce anche gli effetti derivanti dalle tante attività umane inquinanti.

Come l'agricoltura contribuisce al cambiamento climatico?


L’agricoltura contribuisce al cambiamento climatico, subendone a sua volta gli effetti devastanti, riconducibili alle attività agricole di origine antropica sostenute proprio per favorire maggiori quantità produttive, tempi meno lunghi, maggiore sfruttamento dei terreni coltivabili e ricorso a prodotti chimici per aumentare il rendimento dei terreni.

Le attività agricole producono in maniera consistente grandi quantità di gas serra.
Queste emissioni inquinanti sono dovute oltre che alla produzione diretta, anche all'utilizzo dei combustibili fossili per la filiera produttiva.

Un altro contributo dell'agricoltura ai cambiamenti climatici è la deforestazione di grandi superfici per renderle coltivabili.
Il tutto derivante dalla crescente domanda, a livello mondiale, di risorse alimentari e dalla continua corsa per la produzione e il consumo di cibo.

Agricoltura e produzione di cibo - cicli inquinanti e gas serra


Il cibo che produciamo e che successivamente mangiamo viene prodotto dopo fasi più o meno lunghe.
Successivamente i prodotti alimentari vengono conservati utilizzando macchinari che fanno largo uso di corrente elettrica, per poi essere confezionati con l'utilizzo di contenitori in plastica.

Dopo il completamento del ciclo produttivo e del confezionamento, i nostri cibi devono essere trasportati nelle varie destinazioni, spesso anche a migliaia di chilometri di distanza da dove sono stati prodotti.

Per ognuna di queste fasi, a partire dalle prime attività agricole, vengono generate significative quantità di gas serra nell'atmosfera, in particolare il protossido di azoto e il metano.

il gas metano è direttamente prodotto dagli animali negli allevamenti attraverso l'espulsione di flatulenze e dalla conseguente produzione di letame.
Questi scarti di tipo organico finiscono poi nelle discariche inquinando terreni e falde acquifere.

Torna su