Prodotti da allevamento a rischio per il riscaldamento globale

La Food and Agriculture Organization of the United Nations osserva che, nonostante l'impatto negativo che le attività di allevamento hanno verso il riscaldamento globale, le stesse sono fortemente a rischio a causa dei cambiamenti climatici sviluppati negli anni attraverso l'aumento delle temperature globali.

Come misurare la temperatura del pianeta

Esistono più modalità di misurazione della temperatura del nostro pianeta che vengono effettuate almeno un paio di volte al giorno in modo da mantenere un prospetto delle temperature sempre aggiornato.

Caratteristiche di un attività sostenibile

Il pieno rispetto dell'ambiente è un presupposto nell'identificazione di una attività sostenibile, il che la rende conseguentemente eco-compatibile a zero impatto ambientale.

Ridurre le emissioni inquinanti derivanti dal settore agricolo

Data l'importanza che il cibo riveste nella nostra vita quotidiana, è molto importante concentrare gli sforzi delle comunità per aumentare e accelerare la riduzione delle emissioni di gas serra provenienti dai settori agricoli, oltre che industriali.

Temperature medie più alte di un grado rispetto al periodo 1990 - 2020

Clima, estate 2021: in Europa la più calda da oltre 30 anni.

L'Osservatorio Europeo sul Clima Copernicus lancia l'allarme.

Conseguenze - Clima, estate 2021: in Europa la più calda da oltre 30 anni Foto di Benjamin Suter da Pexels
Categoria: Conseguenze | Mercoledi 6 Ottobre 2021 - 13:08:48

L'estate appena trascorsa è stata la più calda che l'Europa abbia vissuto negli ultimi 30 anni. Secondo l'Osservatorio Europeo sul Clima Copernicus voluto dalla Commissione Europea la temperatura media registrata nel periodo estivo Giugno-Agosto 2021 è stata addirittura superiore di un grado rispetto al trentennio preso in esame.

Estate 2021: altri record negativi registrati


Oltre ad aver passato l'estate più calda degli ultimi 30 anni, il vecchio continente europeo ha registrato ulteriori record, purtroppo negativi, riguardo il continuo surriscaldamento terrestre avviato ormai da anni.

La stagione estiva 2021 ha superato di 0,1°C le precedenti estati considerate più calde, ossia quelle degli anni 2010 e 2018.
Un altro record è stato registrato, questa volta su scala globale, per il singolo mese più caldo; che ha visto il Luglio 2021 collocarsi al terzo posto fra i mesi più caldi mai registrati in assoluto dopo quello dell'anno 2010, rilevando quasi 1,5°C di temperatura superiore alla media del trentennio preso in esame.

Stesso record anche per il mese di Agosto 2021, con temperature di 0,3°C superiori alla media trentennale, che si è rivelato il terzo mese più caldo negli ultimi 30 anni alla pari dell'Agosto 2017.

Europa: il vecchio continente nella morsa del caldo


Con i risultati riportati dall'Osservatorio Europeo sul Clima viene evidenziata una maggiore frequenza delle bolle di calore sull'Europa, dovute all'innalzamento delle temperature globali.

I dati relativi a questi studi vengono pubblicati dall'Unione Europea attraverso complessi sistemi di calcolo ad opera del Copernicus Climate Change Service, che è uno dei sei servizi tematici forniti dal programma Copernicus della stessa Unione Europea.

Questo servizio prevede dei sistemi di elaborazione implementati da European Centre For Medium-Range Weather Forecast (ECMWF), il centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine, voluto dall'Europa per monitorare vari fenomeni climatici in tempo reale, come le variazioni di temperatura rilevate nell'aria, il livello dei ghiacci e dei mari.

Temperature alte: innalzamento livello dei mari


Siamo tutti consapevoli del fatto che temperature medie cosi alte hanno serie e profonde ripercussioni anche sui mari.
In particolar modo sul loro innalzamento, dovuto alla naturale espansione dell'acqua ad alte temperature, oltre che al conseguente scioglimento dei ghiacciai che riversano ogni anno milioni di tonnellate di ghiaccio in mare.

Questo fenomeno contribuisce anche ad una forte alterazione del ph nei mari, ad una progressiva desalinizzazione e alla conseguente estinzione di molteplici specie marine che hanno difficoltà nell'adeguarsi ai nuovi habitat marini che si vanno profilando nel tempo.

Domande & Risposte sul cambiamento climatico
Torna su