Come si formano i virus?

Nella maggior parte dei virus a DNA avviene una replicazione del genoma all'interno del nucleo della cellula.

Effetti Stocastici: esposizione a radiazioni ionizzanti

Per riuscire a manifestarsi, gli effetti stocastici non richiedono il superamento di un valore di soglia della dose assorbita.

Perchè il colore del cielo è blu? - Radiazioni solari sulla Terra

La radiazione solare che giunge sulla superficie terrestre è costituita sia dai raggi ultravioletti che da quelli infrarossi e in fine dalla luce visibile.

Inquinamento delle acque da cause umane

L'inquinamento idrico può verificarsi da cause umane come:

Grande tragedia sulle Alpi: Crollo del ghiacciaio della Marmolada

Ghiacciaio della Marmolada: Enorme frana travolge alpinisti.

Tragedia sulle Alpi nel ghiacciaio della Marmolada.

Disastri ambientali - Ghiacciaio della Marmolada: Enorme frana travolge alpinisti Foto di Nel Cuore - Animali e Ambienti
Categoria: Disastri ambientali | Lunedi 4 Luglio 2022 - 17:12:43

Enorme massa di materiale staccatosi dal ghiacciaio della Marmolada, si tratta di un saracco all'altezza della vetta della Marmolada (nelle Dolomiti), più precisamente nella zona di Punta Penia.

Tragedia sulla Marmolada: cascata di ghiaccio e rocce a 300 km/orari


Il grande saracco che si è distaccato dalla cima del ghiacciaio della Marmolada è stato causato da più fattori, come spiegato dagli esperti climatologi.

Purtroppo c'è stata una concomitanza di 2-3 settimane di alte temperature mai registrate in questo periodo dell'anno che hanno permesso di sciogliere quella poca neve/ghiaccio che si era accumulata durante un inverno assai caldo e povero di precipitazioni nevose.

La stazione di rilevamento dell’Arpav che si trova in quota, aveva registrato temperature record anche nelle ore precedenti al collasso del saracco.

Complici anche i cambiamenti climatici, che da anni stanno creando un sempre maggiore disequilibrio fra l'atmosfera e le temperature a terra.

Nelle ore precedenti al distacco, sulla cima della Marmolada, a quota 3.343 metri dal livello del mare le temperature erano ben oltre i zero gradi (lo zero termico era a 4.100 metri).

Scioglimento del ghiaccio: acqua fra le crepe della roccia


A seguito di almeno due mesi (Maggio e Giugno) caratterizzati da elevate temperature molto al di sopra della media del periodo, l'insieme dello strato di ghiaccio e neve superficiale, si è trasformato in acqua.

Queste masse d'acqua si sono lentamente infiltrate all'interno delle rocce tramite le crepe, dando vita a piccoli ruscelli che pian piano hanno scavato destabilizzando la base del ghiacciaio e fornendo una continua e sempre maggiore pressione.

Quest'ultima ha cosi fatto letteralmente esplodere una parte della roccia del ghiacciaio il ghiaccio che la contiene, facilitando anche lo scorrimento basale a valle.

Disastro sulla Marmolada: E' già successo?


Purtroppo si, durante la notte del 3 dicembre 1916, quando una grande massa di neve e ghiaccio si distaccò da un costone settentrionale, travolgendo il villaggio della riserva al Gran Poz.
Morirono circa 300 soldati austriaci che furono travolti durante il sonno, all'interno di baracche fatte di legno, costruite come rifugio durante la guerra.

Anche due anni fa, nel Dicembre 2020, ci fu un crollo di un enorme massa nevosa in un altro punto della Marmolada, il crollo invase il rifugio Pian dei Fiacconi, ad una quota 2.626 metri.
L'evento catastrofico non fece vittime ma solo perchè l'impianto era chiuso, cosi come la stagione invernale non era stata ancora avviata (anche per causa COVID).

In altre occasioni ci furono ulteriori episodi di cedimenti e crolli strutturali come nel nel 2009, 2011 e nel 2014, ma mai con tanta forza distruttiva come quella mostrata nell'ultimo evento, dove per il momento le vittime sono salite a 8 e i dispersi solo almeno 22, quindi il numero delle vittime potrebbe diventare maggiore a una trentina.

Domande & Risposte sul cambiamento climatico
Torna su